Emmanuelle Haïm

Direttore d'orchestra e clavicembalista

Emmanuelle Haïm
Studiò pianoforte e organo e in seguito clavicembalo con Kenneth Gilbert e Christophe Rousset.
Si dedicò poi al “vocal coaching”, prima presso il Centro di Musica Barocca di Versailles e poi al Conservatorio di Parigi, ricercata da “voci” di primo piano come Cecilia Bartoli, Natalie Dessay, Sandrine Piau, Ian Bostridge.
Per una decina d'anni, fu clavicembalista di Les Arts Florissants e dei Musiciens du Luvre, lavorando a contatto con Mark Minkowski, Christoph Rousset e soprattutto William Christie. Ma è anche clavicembalista di fiducia di direttori quali Simon Rattle, Claudio Abbado e Daniel Harding.
Iniziò a dirigere in modo del tutto naturale, passando quasi subito sulle scene internazionali più prestigiose, ospite di istituzioni di primo piano: Glyndebourne Festival Opera, Chicago Lyric Opera, Orchestra of the Age of Enlightenment, City of Birmingham Symphony Orchestra, Scottish Chamber Orchestra, Deutsche Sinfonie Orchester di Berlino e Hessischer Rundfunk Orchester.
Nel 2000 fondò Le Concert d'Astrée con cui affrontò Lully e Rameau, Monteverdi, Purcell, Händel e Mozart, da Parigi a New York e presso numerosi festival in Francia e a Londra, Berlino, Salisburgo, Amsterdam.
Nel 2004, l'orchestra divenne ensemble residente presso l'Opéra di Lille.
Nel 2005 nacque il coro del Concert d'Astrée, che accompagnerà l'orchestra in numerosi progetti.
Nel 2001, Emmanuelle Haïm e Le Concert d'Astrée firmarono un contratto di esclusiva con Virgin Classics. Alcune produzioni: Dido and Eneas di Purcell e Orfeo di Monteverdi.
Emmanuelle Haïm nel luglio 2009 diviene Cavaliere della Legione d'Onore.
Nel marzo 2008 debuttò con i Berliner Philharmoniker.
Nel 2010 dirigerà l'Idomeneo di Mozart con l'orchestra e il coro dell'Opéra di Parigi.