Enrico Dindo

Violoncellista e direttore d'orchestra

Enrico Dindo
Nato il 16 marzo 1965 a Torino, Enrico Dindo iniziò a sei anni lo studio del violoncello, che terminò con il diploma presso il Conservatorio torinese.
Continuò poi a studiare con Egidio Roveda e con Antonio Janigro.

Nel 1987, venne invitato dall'Orchestra della Scala come primo violoncello solista e iniziò anche a collaborare con l'Orchestra Filarmonica della Scala.

Nel 1997, vinse il primo premio al Concorso "Rostropovich" di Parigi e da quel momento iniziò la sua carriera di solista in giro per il mondo.

Nel dicembre 2001, Enrico Dindo fonda l'orchestra da camera "I Solisti di Pavia", di cui è direttore musicale.

Il suo strumento è un violoncello "Pietro Giacomo Rogeri" del 1717 della Fondazione Pro Canale.

Incide per la Decca.

Paolo Gallarati su "La Stampa" del 27 ottobre 2003 scriveva di lui:
« Enrico Dindo ha un gusto raffinato, una cavata elegantissima, un suono filante come morbida seta...
Per lui la vita del suono è atmosferica, leonardesca: ama lo sfumato, la morbidezza, l'agilità trasvolante e leggera, la cantabilità espansa ma senza enfasi... »